Tutti, dai blogger ed i consulenti di vendita fino ai grandi brand, sono alla ricerca di figure come quella del social media marketer. E, ancora meglio, non è richiesto un abbigliamento formale per fare il social media marketer da casa.

Oltre il 90% del marketing mondiale (anche noi) usa i social media per attirare nuovi clienti, creare nuovi collaborazioni o promuovere i propri prodotti e servizi, peccato che meno del 15% ha un’ idea chiara e precisa di quello che sta facendo (e di come farlo). Il che ha aperto un enorme mercato per i freelance interessati.

Quali competenze sono necessarie per diventare un social media marketer?

Bè, forse ti interesserà sapere che la maggior parte dei social media marketer freelance in realtà non hanno alcun titolo di studio formale (per il settore ovviamente). Certo, se volete lavorare con l’ Adidas, probabilmente avrete bisogno almeno di una laurea di marketing; tuttavia, se il tuo obiettivo sono realtà più contenute, allora basta rimboccarsi le maniche e imparare l’ arte da sé.

Per prima cosa, controlla di avere queste caratteristiche particolarmente sviluppate, ti serviranno:

  • Grammatica: i “troll” (ovvero coloro che non hanno niente di meglio da fare che prendere in giro gli altri sul web) amano scovare refusi ed errori di grammatica; pertanto, se vuoi essere competente, hai bisogno di una grande padronanza della grammatica per assicurare sempre al tuo cliente un’ immagine professionale;
  • Capacità di ricerca: i social media sono molto di più del condividere mere informazioni, dovrai sapere dove trovare grandi contenuti virali da condividere oltre a quelli relativi all’ attività tuo cliente;
essere social media marketer foto2
  • Gestione del tempo: ogni buon social media marketer deve saper organizzare il proprio lavoro in modo ottimale, essere motivato e responsabile;
  • Ottimo servizio per clienti: se vuoi essere la voce di un’ impresa, devi trattare i suoi clienti con il massimo rispetto in ogni momento.

I 10 pilastri del Social Media Marketer

Sfruttare la potenza del marketing dei contenuti e dei social media può contribuire ad elevare in modo vertiginoso il proprio pubblico ed il portafoglio clienti. Ma iniziare senza alcuna esperienza precedente o conoscenza del settore potrebbe risultare molto difficile.

È indispensabile dunque capire i fondamenti del marketing e dei social media. Ecco allora i 10 punti imprescindibili che ogni social media marketer dovrebbe sapere come l’ Ave Maria.

  1. L’ ascolto: Il successo con i social media e il marketing dei contenuti richiede più ascoltare e meno parlare. Un consiglio molto utile è quello di leggere i contenuti online del proprio pubblico di destinazione e magari partecipa alle discussioni per scoprire cosa è importante per loro, quali sono i loro interessi. Solo allora si possono creare contenuti accattivanti e intavolare conversazioni che aggiungono valore piuttosto che disinteresse alla loro esperienza utente.
  2. Il focus: Per un social media marketer è meglio specializzarsi piuttosto che essere un tuttologo. Una strategia social altamente focalizzata ed una strategia di marketing dei contenuti tesa a costruire un marchio forte hanno una maggiore possibilità di successo rispetto ad una strategia troppo variegata che cerca di essere tutte le cose per tutte le persone.
  3. La qualità: La qualità è preferibile alla quantità. È meglio avere 1.000 follower online che leggono, condividono e parlano del tuo contenuto che vantare un pubblico di 10.000 follower che però scompaiono dopo la prima lettura.
  4. La pazienza: Il successo nel social media marketing e nel content marketing non si raggiunge durante la notte (o magari anche si, poi però bisogna mantenerlo e gestirlo). Infatti, anche se possibile è assai più probabile che dovrai impegnarti per il lungo periodo prima di ottenere risultati.
  5. La composizione: Se pubblichi incredibili contenuti e lavori di qualità per costruire il tuo pubblico online di seguaci affezionati, questi poi li condivideranno a loro volta con il proprio pubblico su Twitter, Facebook, Linkedin, sui propri blog e altro ancora. Questa condivisione e discussione dei tuoi contenuti apre nuovi punti di accesso per i motori di ricerca come Google, alla costante ricerca di parole chiave. Questi “ponti” potrebbero crescere a centinaia o migliaia trasformandosi in ulteriori mezzi potenziali per farsi trovare online dagli utenti.
  6. L’ influenza: Un saggio social media marketer dovrebbe sempre spendere un po’ tempo per trovare degli influencer online attinenti al proprio mercato, che hanno un pubblico di qualità e sono probabilmente interessati ai tuoi prodotti, servizi e attività. Connettiti con queste persone e lavora per costruire buoni rapporti con loro. Se riesci ad entrare nel loro radar facendoti apprezzare per i tuoi contenuti, gli influencer possono trasformarsi in un interessante fonte di informazioni utili, oltre ovviamente a darti la possibilità di condividere i tuoi contenuti con i propri seguaci, fatto che potrebbero metter te e la tua attività davanti a un enorme nuovo pubblico.
  7. Il valore: Se passi tutto il tuo tempo sui social a promuovere direttamente i tuoi prodotti e servizi, la gente smetterà di ascoltarti presto. È pertanto necessario aggiungere un qualche valore alla conversazione. Concentratevi meno sulla mera e diretta promozione e cercate di dare un valore, un motivo agli utenti per seguirvi. Questo atteggiamento può rivelarsi un potente catalizzatore per la commercializzazione della tua attività, sfruttando per lo più il passaparola (e quindi senza tanti costi, tanto fanno tutto loro).
essere social media marketer foto1
  1. La considerazione: Così come non ignorereste qualcuno che vi si presenta personalmente per strada, allo stesso modo non dovete ignorare le persone online. Costruire relazioni è una delle parti più importanti per un social media marketing di successo, quindi date sempre considerazione ad ogni utente che vi contatta, anche se vi sta antipatico.
  2. L’ accessibilità: Non pubblicare i tuoi contenuti e poi scomparire. Un social media marketer deve essere sempre disponibile al proprio pubblico. Ciò significa che è necessario pubblicare costantemente contenuti e partecipare alle conversazioni. I follower in linea possono essere svariati e non ci mettono neanche 5 minuti a sostituirti se sparisci per settimane o mesi.
  3. La reciprocità: Non puoi aspettarti che altri condividano i tuoi contenuti se poi non fai anche tu lo stesso per loro. Quindi, almeno una piccola parte del tempo che spendi sui social media dovrebbe essere dedicato alla condivisione di contenuti pubblicati da altri (ovviamente sempre in ambiti attinenti alla tua attività).

All rights reserved Indaweb

Abilitando i cookies ci aiuterai ad offrirti una migliore esperienza di navigazione!

Su questo sito facciamo uso di cookies. I cookies tecnici sono obbligatori, ma tu puoi decidere se abilitare o disabilitare i cookies di terze parti. Privacy Policy